S.V.Q.F.O.

Sacer VenerabilisQue Fictonis Ordo

La Goliardia nasce a Bologna parallelamente all’Alma Mater Studiorum.

I goliardi erano inizialmente persone dal brillante acume che solevano spostarsi in tutta Europa per poter seguire le lezioni che ritenevano più opportune dandosi ad una sorta di vagabondaggio intellettuale seguendo professori e correnti culturali.

Se da una parte la loro vita, piena di esperienze e di conoscenze eterogenee, fa di loro da sempre degli spiriti liberi e antidogmatici alla ricerca continua dell’accrescimento culturale, la loro giovinezza e il sentimento di vanità associato alla brevità della vita li spinge in cerca di piaceri di cui gioco, amore e vino sono esaltati a simulacri.

L’associazione principale bolognese, per prestigio ed importanza, è il S.V.Q.F.O (Sacer VenerabilisQue Fictonis Ordo).

Storicamente, il Fittone, era un paracarro situato in via delle Spaderie, a Bologna, scelto come simbolo della Goliardia della città poiché fulcro della vita mondana degli studenti.

A capo del Fittone è il Gran Maestro, il quale amministra l’organizzazione degli eventi del movimento studentesco.

Sotto di lui, gli altri membri del S.V.Q.F.O, aiutano il suo operato.

Essi sono:

Gran Camerlengo, Baroni, Commendatori, Cavalieri.

La realtà goliardica bolognese vede storicamente la presenza di molti altri gruppi, detti “Balle” (o “Ordini”, a seconda di alcune vicissitudini storiche) ognuno dei quali ha insegne e condotta peculiari; attualmente le Balle riconosciute dal S.V.Q.F.O sono:

Goliardica Balla di Montecristo;

Excelsa Neptuni Balla;

Sacrae Ocae Congregatio Magnifica et Lustrissima;

Balla de li Goliardi Bolognesi;

Congiura de’ Pazzi;

Venerabile Ordine della Melangola;

Convento de li Frati Gaudenti

Il Vascello;

Impero delle Terre del Nord.

Ogni Balla(Ordine) viene amministrata da un Capo Balla(Ordine) e i suoi membri sono suddivisi in popolo e nobiltà.

La Goliardia Bolognese promuove le proprie tradizioni studentesche e la socializzazione durante tutto l’anno con attività, scherzi e iniziative culturali rivolte soprattutto agli studenti.

Evento principale nel calendario goliardico è la Festa delle Matricole, che viene organizzata annualmente a Maggio e ha la durata di 3 giorni, durante i quali l’intera città fa da palcoscenico attivo ai tradizionali cortei di carri per le vie del centro storico, a concerti nelle piazze, alla corsa dei carrioli dalla discesa dell’Ospedale Rizzoli e ad attività teatrali.