Goliardica Balla di Montecristo

Stemma
La Goliardica Balla di Montecristo è una Balla nobiliare di Bologna.

La Balla si ispira all’omonimo romanzo di A. Dumas (padre) ed il Conte non può che accogliere sull’Isola solo quei “Pauci sed Boni” degni di toccarne le sponde e di scoprire il Tesoro che essa nasconde e custodisce.

Il Goliarda di Montecristo da del “Voi” agli altri nobili, è decoroso nell’aspetto ed elegante nel linguaggio, mantiene garbo e stile nei modi di fare ed è rispettoso della forma nelle abitudini goliardiche. O almeno, questo è quello che fa credere agli altri Goliardi.

“Nel mezzo del coperchio risplendeva, sopra una placca d’argento che la terra non aveva potuto arrugginire, l’arma della famiglia Spada, una spada messa di piatto sopra uno scudo ovale, come sono gli scudi italiani. Dantès la riconobbe facilmente, perchè Faria l’aveva più volte disegnata.
Da quel momento non vi era più dubbio: IL TESORO ESISTEVA”

Storia della balla

Nata nel 7 febbraio del 1972 per mano di Stefano Sardi, la GBM ha il merito di aver riaperto la Goliardia bolognese la quale, in sonno da qualche tempo, stava subendo la situazione socio-politica presente nella Turrita.
Giunta al quarantacinquesimo anno di ininterrotta storia e al venticinquesimo Conte in carica, la GBM ha visto alternarsi studenti e studentesse al comando.

Organigramma di Balla

E’ caratterizzata da una struttura gerarchica nobiliare che vede il suo apice nella figura del Conte e da un singolare gioco di eleganza: per immedesimarsi nell’alta società ottocentesca con la quale l’Edmond Dantès di Dumas si trovò ad avere a che fare.
A capo della Balla vi è l’Etereo Conte di Montecristo, Eccellenza e Luce per tutti i suoi Nobili e diletti Popolani.
I mantelli dei nobili sono di color blu notte, mentre il nero è riservato al mantello del Conte.
Il simbolo della Balla è uno scudo triangolare che prende il nome di Cuore, nel quale è ritratta l’isola di Montecristo nella metà sinistra e la stilizzazione dei propri valori nella parte destra: un Libro e una Spada in campo Rosso.